ZUCCHERO NASCOSTO. SAI QUANTO E DOVE TROVARLO?

24.07.2019

Con la scusa che lo zucchero sia essenziale per le cellule, la situazione c'è sfuggita dalle mani. Così ci troviamo a mangiare quotidianamente alimenti "light", senza zucchero, dietetici o con chissà quali altre diciture che altro non sono che una strategia di marketing. 

Cosa comporta un consumo eccessivo di zucchero? contribuiscono a zero nutrienti e sono calorie vuote che possono portare a chili in più, numerosi problemi infiammatori, obesità, insulino-resistenza e diabete di tipo 2, aumento della pressione su cuore e sui vasi sanguigni, oltre che carie dentale. 

Si stima che il consumo medio giornaliero per persona sia di circa 19,5 cucchiaini da tè, ovvero 82 grammi di zucchero. Quanto è il limite medio giornaliero raccomandato? Nel marzo 2015, l'Organizzazione mondiale della sanità (OMS) ha pubblicato nuove linee guida che raccomandano che adulti e bambini riducano l'assunzione di zuccheri aggiunti a meno del 10 percento dell'apporto energetico totale. L'American Heart Association (AHA) stabilisce come limite massimo 9 cucchiaini al giorno per gli uomini (ricordiamo il peso medio generico di riferimento è di circa 80 Kg)  e 6 cucchiaini per le donne (con peso medio generico di circa 60 Kg).  Un'ulteriore riduzione al di sotto del 5 percento è associata ad ulteriori benefici per la salute.

Il termine "zuccheri liberi" si riferisce a qualsiasi  zucchero (glucosio, fruttosio e saccarosio ed altri 53 nomi diversi) aggiunti ad alimenti e bevande, nonché agli zuccheri presenti naturalmente negli sciroppi, nel miele e nel succo di frutta.

Ecco qualche esempio di quanto zucchero contengono i classici alimenti che portiamo in borsa. 


BARRETTE DIETETICHE (60 g): 8,14 cucchiaini di zucchero  

BEVANDE 

  • Coca-Cola (una lattina, 330 ml): 7,25 cucchiaini di zucchero
  • Red Bull (una lattina): 5,35 cucchiaini di zucchero
  • Sprite (una lattina): 7,61 cucchiaini di zucchero
  • Bevanda al gusto di.. (una lattina): 10,18 cucchiaini di zucchero 

CEREALI DA COLAZIONE 

  • Corn Flakes: 1,93 cucchiaini di zucchero
  • Cacao Corn Flakers: 7,83 cucchiaini di zucchero
  • Anellini Corn flakes 8,46 cucchiaini di zucchero
  • Crusca all'uvetta : 6,35 cucchiaini di zucchero
  • Fiocchi glassati: 7,12 cucchiaini di zucchero 

YOGURT

 > Danone 125 ml: 6,5 cucchiaini di zucchero

FRUTTA

La frutta contiene un tipo di zucchero chiamato fruttosio. La frutta fresca non ha zuccheri aggiunti, ma i livelli di zucchero variano da 1 cucchiaino per 100 grammi di mirtilli rossi a oltre 3 cucchiaini di uva. Tutte le proposte seguenti mostrano lo zucchero naturale per porzione da 100 g. 

  • Mango: 2,77 cucchiaini di zucchero
  • Banane: 2,48 cucchiaini di zucchero
  • Uva: 3,14 cucchiaini di zucchero 
  • Kiwi: 1,82 cucchiaini di zucchero 

Attenzione: del contenuto di zucchero per 100g di prodotto, il corpo umano ne assimila solo il 30%. Inoltre, il fruttosio della frutta non ha nulla di simile al fruttosio sintetico (quello che si acquista). Lo zucchero della frutta viene assorbito e metabolizzato in maniera naturale e senza troppi problemi (infiammatori) grazie alla presenza di fibre contenute nel frutto stesso. Invece, lo zucchero sintetizzato ed estratto (es. il fruttosio) ha un indice e carico glicemico molto elevato, favorendo ed alimentando l'infiammazione sistemica. Insomma, le imitazioni si riconoscono sempre!

Dr.ssa Grazia Sardanu

www.CRN5.it

Copyright © CRN5.it della Dr.ssa Grazia Sardanu

FONTI: MNT Knowledge Center, JAMA Internal Medicine 

Ultimi post nel nostro blog

Leggi le novità di questa settimana
 

La vera tendenza dell'estate è il cibo sano e casalingo. E quale alimento è il più mangiato in estate se non il gelato? Ecco come si fa a casa senza usare "polverine sintetiche"

VITA DA CANI

20.07.2021

10 consigli sulla sicurezza del tuo cane in spiaggia

In costante corsa da noi stessi, ci troviamo oggi a fare i conti con tutte le nostre emozioni. E così, se fino a ieri gli episodi di fame nervosa (e non solo) si limitavano al fine settimana, oggi sono la quotidianità: abuso di zuccheri, alcolici o droghe.