VITAMINA C: UMANI E PETS

29.09.2021

Pensiamo a volte in modo esagerato di supplementare: vitamine, minerali, proteine sintetiche o naturali. Solitamente inneggiate dai venditori stessi, a volte addirittura da colleghi "superficiali". 

In questo periodo si ha la tendenza a scrivere la lista di supplementi. Cosa davvero dovremmo prendere? ed i nostri pets dovrebbero fare altrettanto? 

Il nostro corpo può, seppure con un'alimentazione corretta, comunque avere bisogno di supplementare. Per esempio se siete fumatori, assumete farmaci giornalieri (es. terapia anticoncezionale) o avete delle problematiche di assorbimento passeggere o croniche (es. intestino infiammato o mutazioni genetiche). 

Vitamina C, Vitamine del Complesso B, Omega-3 ed altro in questo periodo potrebbero per alcuni soggetti essere assunte con ragionevolezza, ma sempre in modo sensato e per il tempo occorrente. Insomma, il fai da te non va mai bene e tantomeno generalizzare dosaggio e terapie. La purezza di prodotto è identica, sia per farmaci o integratori ad uso animale che umano perchè prodotta dai medesimi stabilimenti. 

Bisogna però fermare gli impeti di supplementazione davanti ad una fisiologia differente. 

Diverso è il discorso per i vostri cagnolini. Molti di voi, si chiedono se sia possibile supplementare. Cert5o! ma con alcune eccezioni. Per esempio la vitamina C. 

Per loro la vitamina C è un ormone endogeno (ovvero il loro corpo la produce in autonomia ma con finalità endocrine). Supplementi di vitamina C per il vostro amico peloso avrebbe sarebbe come somministrargli una terapia ormonale. Diventa quindi estremamente dannoso il fai da te anche in ambito veterinario. 


Anatomia e fisiologia di ogni specie sono differenti. Talvolta opposti a quelle umane. Chiedete prima di somministrare qualsiasi supplemento!


Per dubbi o necessita, contattateci

Dr.ssa Grazia Sardanu

www.CRN5.it

Copyright © CRN5.it della Dr.ssa Grazia Sardanu


Ultimi post nel nostro blog

Leggi le novità di questa settimana
 

Fame Nervosa, Fame Emotiva e Fame Continua. Pensate di soffrirne? Mangiate e non vi saziate mai? Potrebbe dipendere da numerose cause. 12 per l'esattezza.

L'ingestione di alimenti contenenti glutine (o meglio, la proteina GLIADINA) provoca una reazione cronica immediata nel tratto tenue intestinale di soggetti detti Celiachi. I dati suggeriscono un'incidenza dell'1% (con prevalenza femminile) ma solo perché non viene diagnosticata correttamente in 5 soggetti su 6, spesso perché i sintomi che emergono...

Hai già stilato la lista dei buoni propositi? Chissà quante volte hai scritto almeno due delle varie "promesse per l'hanno nuovo". Un po' come in un vecchio film "Il diario di Bridget Jones".