SPUNTINO POST-ALLENAMENTO

23.04.2020

Ti sei appena esercitato per un'ora. Poi arriva una scelta: sgranocchiare una mela o concedersi un dolcetto? Come organizzi gli spuntini post-allenamento?

Vi ripropongo un post del 22.11.2019 che risponde proprio a questo quesito.


Uno spuntino post-esercizio può annullare i guadagni (o le perdite) di un allenamento. Ma dalla decisione stessa può dipendere tutto, secondo un nuovo studio dell'Università del Nebraska-Lincoln.

Uno studio scientifico ha chiesto a due gruppi di partecipanti di seguire le loro normali routine di allenamento indossando gli accelerometri per il rilevamento del movimento, per calibrarli.

Prima dell'esercitazione, i membri del PRIMO gruppo hanno deciso PRIMA se volevano una mela, un biscotto o uno spuntino dopo la sessione di allenamento - un'offerta incorniciata come ricompensa per calibrare gli accelerometri. I membri del SECONDO gruppo sono stati presentati con la stessa scelta dopo che avevano già finito l'allenamento.

Circa il 74 percento dei partecipanti del Primo gruppo ha scelto una mela, rispetto al 55 percento del secondo gruppo. 

I risultati suggeriscono semplicemente che programmare in anticipo lo uno spuntino post-esercizio può aumentare le probabilità di mangiare in modo più nutriente e sano, valorizzando l'esercizio stesso!

Se il tuo obiettivo è quello di perdere peso, direi che programmarti in anticipo, non quando hai fame dopo l'allenamento, ma prima di andare in palestra. Anzi, uno spuntino prima dell'allenamento può aiutarvi ulteriormente la scelta.

Sorgono spontanee delle domande

Cosa stimola il desiderio della scelta di "schifezze" rispetto ad uno spuntino sano?

Cosa influenza il processo decisionale e cosa influenza il consumo compensativo (tipico degli atleti amatoriali per diceria popolare)?

Cosa differenzia quelli che mostrano un'alimentazione compensatoria rispetto a chi gode il momento di anoressia indotta dall'esercizio fisico?

Sebbene modesto, l'aumento del 6 percento nella scelta del brownie tra i gruppi pre e post-esercizio ha supportato la nozione di consumo compensativo, ovvero la "credenza popolare" che viene tramandata nelle palestre amatoriali che prevede di dover necessariamente compensare l'allenamento con uno spuntino (che ovviamente loro proporranno come barretta, polveri o bevande energetiche). L'evidenza di lieve stato anoressizzante indotta da esercizio fisico era chiara: la percentuale del 12 percento che declinava uno spuntino nelle condizioni di pre-esercizio è salita al 25 percento nel gruppo post-esercizio. 



Richiedi una consulenza on-Line o una visita specialistica presso il nostro centro CRN5.

Dr.ssa Grazia Sardanu

WWW.CRN5.it

Copyright © CRN5.it della Dr.ssa Grazia Sardanu


Ultimi post nel nostro blog

Leggi le novità di questa settimana
 

Non è una novità sentire due persone seguire la stessa dieta ma il risultato lo ottiene solo una delle due. Perché? Perché ciascun corpo ha reazioni diverse. Perfino lo stesso corpo, in momenti diversi della vita ha reazioni diverse.

Sono in drastico aumento i casi di diabete pediatrico. Dal 2011, da quando mi occupo a livello internazionale di problematiche diabetologiche, tecniche e nuove terapie, sono cambiate poche cose nella nostra penisola rispetto al resto del mondo. In Italia, la gestione del soggetto diabetico avviene per la maggior parte dei casi ancora con insulina...

Mai come in questo periodo storico è importante prepararci all'autunno, rafforzare le nostre difese immunitarie, "ripulire" corpo ed ambiente.