CIBI ESTIVI AMICI DEL SOLE

08.07.2020

Siamo tutti pronti per un tuffo al sole. Oltre alla crema solare, alcuni alimenti aiutano la pelle a riparare i danni del sole, preparano ed attivano la melanina o leniscono e disinfiammano. Questo è il momento più adatto per iniziare!


ECCO 14 ALIMENTI DA PORTARE IN TAVOLA 


Gli agrumi contengono un potente ingrediente: il limonene. Questa sostanza è in grado di ridurre il rischio di cancro alla pelle del 34%, come dimostrato in uno studio dell'Università dell'Arizona su 470 donne e uomini. 

Spremute o macedonie di pompelmo, bergamotto, limone, lime, mandarini o arance andranno benissimo.


Il tè Verde dal sapore delicato è ricco di antiossidanti chiamati EGCG. Tra le loro diverse capacità cellulari, gli EGCG sono in grado di interrompere i danni genetici in cellule di pelle umana esposte ai raggi UV, come dimostra uno studio dell'Università del Wisconsin. 

Queste proprietà sono presenti solo nei preparato in casa. Le bevande commerciali non contengono nulla. Bevetelo tiepido oppure ghiacciato, dolcificato con foglie di stevia. 


 Le carote, o qualsiasi altra frutta e verdura rossa, gialla e arancione, sono piene di carotenoidi e gli studi dimostrano che riducono l'intensità della solarizzazione. Bonus: i carotenoidi promuovono anche occhi sani e aiutano a prevenire la degenerazione maculare, quindi puoi davvero vedere (letteralmente) i loro benefici sulla pelle. 

Bastoncini da sgranocchiare, passati, insalate, succhi o cocktail (quello che gli americani amano in estate e che chiamano Bloody carrot) possibilmente analcolici. 


Lenticchie rosse decorticate: questo alimento aggiunge alle proprietà della frutta e verdura rossa/arancione/gialla quella dei legumi: proteine, quota ridotta di carboidrati, fibre, minerali, vitamine. Insomma, un pasto completo!

Zuppe, polpette, insalate o piatti unici (es. riso e lenticchie). 

Le fragole svolgono un doppio lavoro: aiutando a protezione le scottature e leniscono i danni da scottature. I loro elevato contenuto di vitamina C aiuta a eliminare i radicali liberi (ovvero quella classe di sostanze che hanno un ruolo importante nella formazione del cancro). Inoltre, contengono tannini che aiutano a ridurre il dolore da una solarizzazione.  Vi siete scottati? un rapido sollievo naturale potete ottenerlo con una mousse di fragole.

Marmellate, macedonie, succhi, purea, o... a cubetti da aggiungere ai vostri cocktails.

 


I melograni sono Ricchissimi di antiossidanti, tra cui uno particolarmente potente chiamato acido ellagico, che può proteggere contro il danno cellulare dai raggi UVA e UVB del sole. Uno studio ha dimostrato che quando l'estratto di melograno veniva usato insieme alla crema solare, il fattore protettivo (SPF) del 20%. 

In insalata, mousse come guarnizione per carni o pesci, in estratto.


I pomodori contengono il licopene, uno degli antiossidanti più noti.  Particolarmente ricco nei concentrati di pomodoro. Infatti, uno studio londinese ha dimostrato che le donne che assumevano molti pomodori durante il periodo di esposizione al sole, vedevano più rapidamente ridursi il rossore della pelle dopo l'esposizione e avevano meno danni al DNA cellulare dovuti ai raggi UV. Si ritiene inoltre che il licopene mantenga la pelle giovane. 

In insalata, passato, ripieni, come guarnizione cocktail o condimento.


I peperoni rossi hanno entrambi le proprietà curative di pomodori e carote. Grazie al licopene e al beta-carotene (un carotenoide come quelli delle carote), aiutano a ridurre l'intensità della bruciatura solare e proteggono dai danni UV. Tuttavia, i peperoni verdi non sono un sostituto accettabile, perché hanno livelli significativamente più bassi di beta carotene. In fondo il colore è dettato dal livello di maturazione. E' quindi normale che un frutto maturato per più tempo al sole sia più ricco di sostanze antiossidanti!

Crudi, in insalata, ripieni, come condimento o guarnizioni o mousse. 


Uva nera. I suoi acini contengono un nutriente chiamato resveratrolo, un tipo di polifenolo che può prevenire il danno cellulare che può portare al cancro della pelle, così come molti altri tipi di cancro. Possono anche aiutare a prevenire i danni causati dall'esposizione ai raggi UVB. Assicurati di scegliere quelli rossi o viola. L'uva verde contiene significativamente meno resveratrolo nella sua buccia, rispetto alle altre varietà. 

Macedonie, spiedini di frutta, cubetti ghiacciati.


Semi di lino. Gli acidi grassi omega-3 in questo supe-alimento hanno un sacco di benefici per la salute, uno dei quali è idratare la pelle per mantenere l'aspetto giovane e vivace. Mangiati (vanno sempre battuti) o utilizzato come cosmesi a crudo garantiscono un effetto eccellente.

In insalate, estratti in acqua, olio di semi.   


Tutte le verdure a foglia verde scura e lunga, come lattuga, spinaci, cavolo e bietola, sono le principali fonti di due forti antiossidanti: luteina e zeaxantina. La loro azione cellulare è quella di arrestare la crescita cellulare provocata dalla luce.

Insalate, verdura cotta, ripieni, condimenti, estratti.

Salmone. Questo pesce, come il pesce azzurro,  è un'altra ottima fonte di oli ricchi di acidi grassi omega-3. In un  studio britannico è stato dimostrato il potere degli oli di pesce sulle scottature solari e sui dai cambiamenti biomolecolari (DNA). 

Tartar, grigliato, in insalata, come condimento, ripieno o farcitura. 


Semi di girasole. Solo 20g di semi di girasole contengono già due terzi del consumo giornaliero raccomandato di vitamina E. Questa importante vitamina aiuta a proteggere il corpo dai danni del sole. La vitamina E può anche aiutare a rendere le cicatrici meno evidenti.

Interi, in granella, in insalata, come guarnizione. 




Come il salmone, le noci ricchissime di acidi grassi essenziali che proteggono dalle scottature. 

Mangiate come snack, come guarnizione di insalate, di pesce, di estratti o di frutta secca.

Ovviamente, oltre al cibo, per una pelle integra è importante IDRATARSI con costanza: due bicchieri d'acqua ogni ora! 


Tutti gli alimenti indicati, eccetto l'uva, potete condividerli con i vostri amici a quattro zampe!

PER QUALSIASI DUBBIO SULLA NUTRIZIONE UMANA O ANIMALE, CONTATTATECI!

www.CRN5.it

Dr.ssa Grazia Sardanu
Copyright © CRN5.it della Dr.ssa Grazia Sardanu

Ultimi post nel nostro blog

Leggi le novità di questa settimana
 

Non è una novità sentire due persone seguire la stessa dieta ma il risultato lo ottiene solo una delle due. Perché? Perché ciascun corpo ha reazioni diverse. Perfino lo stesso corpo, in momenti diversi della vita ha reazioni diverse.

Sono in drastico aumento i casi di diabete pediatrico. Dal 2011, da quando mi occupo a livello internazionale di problematiche diabetologiche, tecniche e nuove terapie, sono cambiate poche cose nella nostra penisola rispetto al resto del mondo. In Italia, la gestione del soggetto diabetico avviene per la maggior parte dei casi ancora con insulina...

Mai come in questo periodo storico è importante prepararci all'autunno, rafforzare le nostre difese immunitarie, "ripulire" corpo ed ambiente.