CANAPA: USI E CONSUMI

25.05.2018

Ogni giorno si concedono nuove licenze di coltivazione e vengono registrati sempre più prodotti contenente canapa.

Tisane, caffè, torte, biscotti, "nutelle", gelati, alimenti vegani, olii, yogurt, birre, prodotti sportivi, bevande energetiche, ma anche tessuti per vestiario, cosmetici, prodotti industriali, carburanti e lubrificanti ed altro. Sembra quasi una nuova scoperta, non quella del THC bensì proprio quella della canapa in sé. Infiniti sono anche gli usi terapeutici ad i campi di applicazione: terapia del dolore, malattie neurodegenerative, oncologiche ed infiammatorie, in campo umano e veterinario.

Eppure, fin dall'epoca degli etruschi, la canapa era coltivata ed utilizzata a vari scopi. La storia di questi usi, tra i più differenti, prosegue coi romani. L'Italia era un esportatore mondiale fino al 1975, anno in cui vennero chiuse tutte le coltivazioni. Questo provocò il declino economico totale, visto che con la canapa, si produceva quasi tutto. Ecco qualche esempio:

https://it.pinterest.com/bottegacanapa/la-canapa-in-italia/

In tutta la penisola, dal Piemonte alla Calabria, viene eliminata un'importante fonte di guadagno.

Venendo coltivata anche per fertilizzare i terreni nelle coltivazioni "a rotazione", fin dai tempi degli etruschi, questa perdita provoca anche carenze nutritive dei terreni. Ne consegue il sempre più crescente utilizzo di fertilizzanti sintetici in quelle che saranno poi coltivazioni "intensive", che però riusciranno ad ottenere solo prodotti (frutta e verdura) con scarse qualità di vitamine e minerali. Per questo motivo oggi, quando si parla di coltivazioni biologiche o intensive, si parla di proprietà nutrizionali di prodotto". Recentemente, ma non per legge, sono state introdotte le concentrazioni di tali elementi (Vitamine e minerali) ma solo per prodotti "addizionati industrialmente". Nessuno indicazione, quindi, riguardo alla differenza di qualità di prodotto. Il riferimento viene, "furbemente" indicato rispetto ai fabbisogni giornalieri in una ipotetica dieta con alimenti ricchi delle loro ORIGINALI proprietà.

Insomma, i cibi che mangiamo non nutrono più come qualche decennio fa. Non ci resta che sperare nelle "nuove coltivazioni" ovvero nel ripristino del biologico e del biodinamico, nella ripresa economica italiana (nord e sud) e nello sviluppo di nuove aziende. Ben-venga, anzi, ben-ritorni la canapa ed i suoi usi, leciti, si intende.

Dr.ssa Grazia Sardanu
Copyright © CRN5.it della Dr.ssa Grazia

Ultimi post nel nostro blog

Leggi le novità di questa settimana
 

Non è una novità sentire due persone seguire la stessa dieta ma il risultato lo ottiene solo una delle due. Perché? Perché ciascun corpo ha reazioni diverse. Perfino lo stesso corpo, in momenti diversi della vita ha reazioni diverse.

Sono in drastico aumento i casi di diabete pediatrico. Dal 2011, da quando mi occupo a livello internazionale di problematiche diabetologiche, tecniche e nuove terapie, sono cambiate poche cose nella nostra penisola rispetto al resto del mondo. In Italia, la gestione del soggetto diabetico avviene per la maggior parte dei casi ancora con insulina...