SEX&The Food

30.10.2018

Alcuni di voi cercano semplicemente di stare meglio, altri di concepire un figlio, altri ancora ogni giorno sono alle prese con problematiche in ambito riproduttivo. Tanti fattori intervengono sulla vostra sessualità. Ma alcuni sono punti comuni sia in uomini che in donne: problematiche cardiache, fumo, sovrappeso. Questi sono solo alcuni dei problemi evidenti. Ma esistono anche fattori subdoli. Mi capita ormai sempre più spesso di occuparmi di casi di coppie o singoli con problematiche di infertilità o simili. Qual è il più pericoloso killer in questo caso? Una dieta pessima. Gli alimenti che mangiate, la quantità e la frequenza possono alterare i vostri livelli di energia, il flusso sanguigno e gli ormoni... tutti i giocatori chiave nel sovraccaricare la vostra vita sessuale. Ci sono molti alimenti che vi aiutano fisicamente nel benessere degli organi riproduttivi, che mantenere il vostro sperma vitale e più attivo e che aumentano gli ormoni sessuali. Ci sono anche sostanze, tipicamente ad uso industriale (conservanti e coloranti) che deteriorano i vostri ovociti, oltre al fumo. Quindi, naturalmente, esistono alcune abitudini alimentari che uccidono la libido e la probabilità di concepire. 


Ecco sei alimenti da eliminare in tutti i casi

1- GRASSI INDUSTRIALI

 Un cuore sano, di uomo o donna, è sinonimo di sesso sano. Qualsiasi abitudine correlata al mangiar male gioca a sfavore della vostra vita sessuale. Le arterie sono intasate, possono per esempio arrestare o ridurre il flusso di sangue ai genitali, creando disfunzione erettile in uomini o problematiche di fertilità nelle donne.Una dieta ricca di grassi industrializzati e zuccheri aggiunti può esasperare il problema. Inoltre, possono essere dannosi per i vostri livelli ormonali. Per esempio, gli uomini obesi hanno livelli più bassi di testosterone, l'ormone che alimenta il desiderio sessuale. Stesso discorso vale per le donne in sovrappeso e la libido. Il rimedio? Mangiare alimenti con valore nutritivo elevato, ovvero il meno processati possibile industrialmente. La regola generica è la seguente: Tutto ciò che aiuta a ridurre la quantità di grasso nel vostro corpo aiuterà anche i vostri livelli di testosterone naturalmente a salire.

2- CAFFE'

L'assunzione di caffeina può influire la circolazione sanguigna. In uno studio preliminare dell'American Heart Association, si osserva che le persone che hanno bevuto una tazza di caffeina (circa 100 milligrammi) hanno registrato un aumento del 30% del flusso sanguigno nei successivi 75 minuti rispetto a quelli che hanno scelto un decaffeinato. I ricercatori teorizzano che la caffeina potrebbe migliorare la funzione dei piccoli vasi sanguigni e ridurre l'infiammazione e aumentare il flusso sanguigno. Ovviamente l'effetto è invertito quando si eccede. A subirne le conseguenze di eccessiva caffeina sono le donne che si vedono diminuire le possibilità di concepimento.

3- ALCOOL

L'alcol può aiutare a distendervi e rilassarvi, magari dopo una giornata stressante. Ma una dose lievemente superiore può giocare a vostro sfavore, sia che siate uomini o donne. L'alcol, infatti, è un depressivo. Quindi può interferire negativamente con i meccanismi di libido. Livelli maggiori creano una riduzione del testosterone ed un aumento dei livelli di estrogeni, interferendo negativamente sulla libido, sul tono d'umore e sul raggiungimento dell' orgasmo. Secondo le ultime ricerche, è consigliato non bene più di quattro bevande al giorno o 14 bevande a settimana.

4- ZUCCHERI

 Lo zucchero è un nemico dichiarato della vostra vita sessuale. Innanzitutto, perché le diete ad alto contenuto di zucchero (carboidrati semplici, complessi e zuccheri nascosti) hanno un impatto sulla salute cardiovascolare in generale. Ma non è solo per questo. Lo zucchero riduce anche la libido, riducendo i livelli di testosterone. In uno studio del 2013 pubblicato su Endocrinologia Clinica, i ricercatori hanno misurato i livelli di erezione in ragazzi di età compresa tra 19 e 74 anni dopo aver mangiato 75 grammi di zucchero (es. una coca cola), che è il doppio della dose giornaliera raccomandata per gli uomini. Hanno osservato un calo del 25% dei livelli medi di testosterone, che è rimasto soppresso per un massimo di due ore successive. Infine, se lo zucchero può portare a sonnolenza.

5- PORZIONI ABBONDANTI

Porzioni troppo abbondanti non aiutano la vostra vita sessuale. Non solo, portano anche ad un aumento di peso, ma crea anche un forte calo di energia e attiva un circolo vizioso di cali ormonali e di libido. Se mangiate troppo, soprattutto carboidrati e zuccheri, potresti sentirvi troppo stanchi per fare qualsiasi cosa che non sia stare sdraiati sul divano o dormire. Inoltre, i carboidrati raffinati (pane bianco, riso bianco e cereali per la colazione) aumentano rapidamente la glicemia. Il tuo corpo libera più insulina, facendovi sentire ancora più stanchi. Quindi, provate a mangiare più spesso durante la giornata, piuttosto che abbuffarvi a cena.

6- DIETA BILANCIATA

Nonostante i numerosi benefici derivanti dal consumo di più frutta e verdura, il mancato utilizzo di prodotti animali potrebbe sviluppare una carenza di vitamina D, che è uno dei primi fattori ricercati nei soggetti con disfunzione erettile. Perché? Secondo uno studio pubblicato su The Journal of Sexual Medicine, livelli bassi di vitamina D, provocano un decremento di ossido nitrico, un composto che i vasi sanguigni necessitano per funzionare al meglio. La soluzione migliore è quindi quella di assorbire abbastanza luce solare, scoprendovi polsi e caviglie tutto l'anno. Per questo motivo l'estate aiuta i concepimenti. La vitamina D è difficile da ottenere naturalmente attraverso il cibo, ma non è impossibile. Pesci grassi come il salmone e il tonno, uova, latte e formaggio sono tutte buone opzioni. In ogni caso, chiedete ad un esperto aiuto ad uno specialista. 



Dr.ssa Grazia Sardanu

www.CRN5.it
Copyright © CRN5.it della Dr.ssa Grazia Sardanu

Ultimi post nel nostro blog

Leggi le novità di questa settimana
 

Non è una novità sentire due persone seguire la stessa dieta ma il risultato lo ottiene solo una delle due. Perché? Perché ciascun corpo ha reazioni diverse. Perfino lo stesso corpo, in momenti diversi della vita ha reazioni diverse.

Sono in drastico aumento i casi di diabete pediatrico. Dal 2011, da quando mi occupo a livello internazionale di problematiche diabetologiche, tecniche e nuove terapie, sono cambiate poche cose nella nostra penisola rispetto al resto del mondo. In Italia, la gestione del soggetto diabetico avviene per la maggior parte dei casi ancora con insulina...

Mai come in questo periodo storico è importante prepararci all'autunno, rafforzare le nostre difese immunitarie, "ripulire" corpo ed ambiente.