CREMA D'ARACHIDI

16.06.2020

Avete in casa qualche rimasuglio di frutta in guscio? Ecco qualche idea per colazioni, spuntini o pasti pre-allenamento.

                 con le arachidi...

               … con delle mandorle...

               … e dei pistacchi!

Proprietà: la frutta oleaginosa (Es. mandorle, noci, nocciole, nocipecan, pistacchi, anacardi, nocibrasiliane, nocimacadamia, e altro ancora) contiene grassi buoni (Omega-3, 6 e 9), proteine (ed  alcuni aminoacidi essenziali), vitamine liposolubili (come la vitamina A e D), minerali (magnesio, potassio), oligoelementi,  fibre e serotonina!

Quando sono consigliate? sempre, in particolare in soggetti cardiopatici, bimbi in crescita, donne in menopausa, anziani con  patologie neurodegenerative. Fondamentali per chi fa sport o semplicemente per chi è a dieta. 

Controindicazioni: persone che hanno sviluppato allergia fin dalla tenera età. In caso  di intolleranza, invece, è fondamentale ripristinare la corretta sensibilità immunitaria. 

Human&Pets: Stesso discorso per entrambi. Introducete, come durante lo svezzamento umano, una piccola dose di prodotto. Attendete almeno 3-4 giorni prima di somministrare nuovamente la stessa o altre sostanze potenzialmente allergogeniche. 

Sono possibili, in soggetti già allergici, cross-reazioni co frutta oleaginosa e crostacei. 

Per i nostri amici pelosi (cani) ricordate che il cucciolo medio da 5 Kg ha bisogno di 21 grammi di grasso al giorno, mentre il cane adulto medio da 15 ha bisogno di 14 grammi di grasso al giorno. Un'oncia di noci potrebbe fornire quasi tutto il grasso di cui il tuo cane ha bisogno ogni giorno.  100g di frutta oleaginosa fornirebbe anche una serie di altri nutrienti essenziali, ma non abbastanza calorie o proteine! Ma la sapienza dell'istinto costruito in millenni, permette agli animali un equilibrio sano. Infatti, uno studio recente ha dimostrato che, quando viene concesso il controllo della propria dieta per un lungo periodo ai cani, loro sceglieranno di mangiare circa il 30% di proteine, il 63% di grassi e il 7% di carboidrati. In altre parole, i cani sono naturalmente progettati per ottenere la maggior parte dei loro nutrienti dal grasso ovvero dalle loro vie metaboliche ottimali. Quindi, il grasso delle noci si adatta perfettamente alle loro esigenze biochimiche e nutrizionali. 

Gatti&Cani possono infettarsi con le micotossine contenute nella frutta oleaginosa. L'intossicazione si sviluppa con: convulsioni e/o tremori. 

Il semplice lavaggio in acqua corrente (oppure in aceto di vino) riduce le tracce di contaminanti. La cottura invece non elimina i funghi. 

Attenzione: non permettete ai vostri cuccioli di mangiare i gusci. In tal caso, come nel caso di intossicazione da micotossine, informate il vostro veterinario di fiducia!


Come scegliere la frutta in guscio: come tutti i frutti, le noci continuano a "respirare" dopo essere state raccolte: continuano ad assorbire ossigeno e rilasciano anidride carbonica. Ciò significa che è necessario prestare attenzione durante la conservazione e il trasporto di grandi quantità di noci. Possono ridurre l'ossigeno disponibile e aumentare l'anidride carbonica a livelli pericolosi. Questo sviluppa all'interno del frutto sostanze tossiche e micotossine potenzialmente dannose per tutti, ma in particolare per bimbi e pets. La maggior parte della frutta oleaginosa viene importata dalla Cina, che contribuisce a circa metà delle noci del mondo, Stati Uniti, Iran, Turchia e Messico.

Hai dubbi riguardanti la Nutrizione Umana o Animale? Contattaci!

Dr.ssa Grazia Sardanu

www.CRN5.it

Copyright © CRN5.it della Dr.ssa Grazia Sardanu

References and Further Reading

Evans T. Tremorgenic mycotoxins. Veterinary Toxicology, 2018

Schell M. Tremorgenic mycotoxin intoxication. Veterinary Medicine, 2000

Roberts MT et al. Macronutrient intake of dogs, self‐selecting diets varying in composition offered ad libitum. Journal of Animal Physiology and Animal Nutrition, 2017

Reiter, RJ at al. Melatonin in walnuts: influence on levels of melatonin and total antioxidant capacity of blood. Nutrition, 2005

Nutrition, walnuts, English. SELF Nutrition Data.

Ros, E. Health benefits of nut consumption. Nutrients, 2010

Vinson JA and Cai Y. Nuts, especially walnuts, have both antioxidant quantity and efficacy and exhibit significant potential health benefits. Food & Function, 2012

Crops. Food and Agricultural Organization of the United Nations

Grain fungal diseases and mycotoxin reference. USDA, 2016

Tournas, VH et al. Fungal presence in selected tree nuts and dried fruits. Microbial Insights, 2015

Your dog's nutritional needs. National Academy of Sciences, 2006


Ultimi post nel nostro blog

Leggi le novità di questa settimana
 

Non è una novità sentire due persone seguire la stessa dieta ma il risultato lo ottiene solo una delle due. Perché? Perché ciascun corpo ha reazioni diverse. Perfino lo stesso corpo, in momenti diversi della vita ha reazioni diverse.

Sono in drastico aumento i casi di diabete pediatrico. Dal 2011, da quando mi occupo a livello internazionale di problematiche diabetologiche, tecniche e nuove terapie, sono cambiate poche cose nella nostra penisola rispetto al resto del mondo. In Italia, la gestione del soggetto diabetico avviene per la maggior parte dei casi ancora con insulina...

Mai come in questo periodo storico è importante prepararci all'autunno, rafforzare le nostre difese immunitarie, "ripulire" corpo ed ambiente.