ALIMENTI TRASFORMATI. COSA SONO E QUALI COMPRARE?

22.01.2019

ALIMENTI TRASFORMATI. COSA SONO? noi italiani abbiamo le idee davvero confuse su quali siano i "cibi spazzatura". 

I primi esempi che ci vengono in mente sono gli alimenti della tradizione americana. Ma i nostri? siamo davvero in grado di distinguerli?

Le ultime ricerche suggeriscono che noi italiani non sappiamo distinguerli.  Forse perché somigliano a quelli della nostra tradizione, ma in versione industrializzata?

Forse perché, saccenti come siamo, definiamo tutto ciò che è cibo italiano come salutare? Chiariamoci le idee...

Il cibo trasformato ha una cattiva reputazione, in particolare sulla salute di bimbi e soggetti a dieta. Ovviamente per soggetti affetti da varie patologie. È al primo posto tra le cause di obesità, ipertensione arteriosa e diabete di tipo 2.


Ci sono però molti dubbi, dettati dai continui richiami pubblicitari, dal marketing sulle confezioni e dai continui paragoni con alimenti che non appartengono alla nostra tradizione alimentare o di vendita. Insomma, per noi italiani il cibo spazzatura è quello americano. Ahimè, invece proprio la maggior parte del cibo precotto che compriamo è definibile come "cibo spazzatura". Sì, anche se sono imitazione dei nostri piatti!

Cosa definisce un alimento cibo spazzatura? e quali alimenti processati sono consigliati?

Visto che alimenti come il pane integrale, la zuppa fatta in casa o una mela tritata possono essere classificati come alimenti trasformati, è il caso di fare chiarezza. Insomma, chi di voi avrebbe mai pensato che le prime ad utilizzare le tecniche di tecnologia alimentare fossero le nostre nonne


Cos'è il cibo trasformato?

Il termine alimenti trasformati comprende qualsiasi cibo che è stato appositamente modificato in qualche modo prima del consumo. Include cibo che è stato cucinato, inscatolato, congelato, confezionato o cambiato in composizione nutrizionale con fortificazioni, conservanti o preparati in modi diversi.

Ad esempio, il pane bianco. La maggior parte della fibra sana è stata rimossa durante la lavorazione. Per questo motivo gli alimenti "da bar" sono considerati "cibo spazzatura". Ogni volta che cuciniamo o prepariamo delle pietanze, stiamo processando il cibo. Ma le modifiche che apportiamo noi nelle nostre case non sono paragonabili a dei processi industriali. Analizziamo le possibilità.

Il cibo trasformato può essere classificato da "minimamente trasformato" fino a "pesantemente elaborato"

Qualche esempio per chiarire le idee

Alimenti minimamente trasformati  spesso sono semplicemente tagliati per comodità di chi acquista.

Es. spinaci, verdure tagliate, noci tostate...


Alimenti elaborati - processati in modo da conservare le qualità nutrizionali e la freschezza e addizionati di conservanti, stabilizzanti e correttori di sapore.

Es. pomodori in scatola, frutta e verdura surgelata e tonno in scatola.



Gli alimenti con ingredienti aggiunti per sapore e consistenza - dolcificanti, spezie, oli, colori, conservanti e addensanti -

Es. salse e sughi, condimento per insalata, yogurt e miscele per dolci.

Gli alimenti pronti per il consumo- completamente processati e trasformati-

Es. crackers, grissini, affettati, carni in scatola, salumi, mousse e patè.


Gli alimenti più pesantemente elaborati e trasformati sono spesso pasti preconfezionati.

Es. pane e pizza surgelata, alimenti riscaldabili al microonde, zuppe comprese. Insomma, proprio quegli alimenti che ci sembrano più salutari e "sani".


Forse per le immagini riportate in confezione? forse perché sono alimenti che fino a qualche anno fa si freschi nelle nostre cucine? Non saprei. Il fatto certo è che questi prodotti occupano sempre più spazio nei nostri carrelli della spesa... e sulle nostre cosce! 


Il trucco è distinguere tra alimenti che sono stati leggermente elaborati rispetto a quelli pesantemente trasformati. Come si fa? Ecco qualche idea:

Gli alimenti utili a chi ha poco tempo e che non sono dannosi sono: frutta fresca tagliata a fette, uova sode, tonno in scatola e verdure surgelate.

Si tratta in pratica di familiarizzare con - Etichettatura, tabella dei fatti nutrizionali e lista degli ingredienti-

Cosa cercare tra gli ingredienti per capire se l'alimento che abbiamo tra le mani è definibile come "poco processaro" oppure "cibo spazzatura"? Cercate tra gli ingredienti: gli zuccheri nascosti, il sodio e i grassi.

Zuccheri Aggiunti Gli zuccheri aggiunti sono tutti gli zuccheri che non si trovano naturalmente nel cibo e sono stati aggiunti manualmente, anche se estratti da frutta. Ricordate che possono essere presenti anche se il prodotto riporta la dicitura "Senza Zucchero". Inoltre, lo zucchero ha 58 nomi diversi.

Inoltre, solo perché un alimento è etichettato come " biologico" o "naturale" non significa che sia privo di zuccheri aggiunti, lo stesso vale per i prodotti a ridotto contenuto di grassi. Per migliorare la scelta, confrontare le etichette degli alimenti per trovare il prodotto con più proteine ​​e fibre e meno grassi e zuccheri saturi. Scoprirete che i prodotti meno pubblicizzati spesso sono più salutari. Gli zuccheri aggiunti non sono solo nascosti nei dolci trasformati. Si aggiungono al pane per conferirgli una sfumatura brunita accattivante, e spesso si aggiunge una quantità sorprendente anche in sughi, salse, yogurt, gomme da masticare, frutta e succhi conservati e cereali per la prima colazione. Osservate quindi l'elenco degli ingredienti di un prodotto. Se gli zuccheri aggiunti compaiono tra i primi due o tre ingredienti.. non acquistatelo! A partire dal luglio 2018, i grammi di zuccheri aggiunti devono essere inclusi sull'etichetta dei valori nutrizionali. Ma non è detto che tutte le aziende si adeguino subito.

Sodio La maggior parte di verdure in scatola, zuppe e salse contengono una quantità rilevante di sale. Gli alimenti trasformati sono i principali responsabili dei fallimenti nelle diete e della tanto odiata ritenzione idrica. Principale causa di patologie cardiovascolari, pediatriche ed in adulti e obesità. Scegliete alimenti etichettati senza sale aggiunto, a basso o a ridotto contenuto di sodio. Spesso consumiamo molto di più sale rispetto al limite raccomandato di 2.300 milligrammi al giorno, per un uomo adulto e sano di 80 Kg! Attenti quindi ai vostri bimbi, se in casa utilizzate spesso alimenti pre-confezionati.

Grassi I grassi aggiunti aiutano la stabilità ed il volume del prodotto. I grassi trans - che aumentano il nostro colesterolo cattivo mentre abbassano il nostro colesterolo buono - sono in netta diminuzione negli alimenti trasformati, ma dovreste comunque leggere le etichette degli alimenti. Infatti, solo da quest'anno i grassi trans artificiali sono vietati, ma non in tutti gli stati. Controllate quindi le tabelle dei valori nutrizionali e la lista degli ingredienti. Acquistate il prodotto solo se leggete zero grammi di grassi trans sull'etichetta e nessun olio parzialmente idrogenato nella lista degli ingredienti. Questi oli contengono grassi trans, che non devono essere elencato sull'etichetta del valore nutrizionale se l'alimento ne contiene meno di 0,5 grammi per porzione. Tuttavia, anche questa quantità non è sicura da consumare. Quindi, se l'alimento contiene l'olio parzialmente idrogenato, rimettetelo a posto. Attenti al pane! se proprio dovete acquistarlo, scegliete quello senza strutto tra gli ingredienti.

Vi risparmio il commento sulle oltre 4000 sostanze che l'industria alimentare utilizza e mi limito a commentare quanto troviamo dichiarato sulle etichette... perché ovviamente non tutto è scritto. Rispondo quindi alle domande iniziali

Quali alimenti trasformati scegliere? La risposta è: quelli preparati dalle nostre nonne!

Inoltre, fate attenzione alle definizioni. Cosa si intende per Cibo Spazzatura? Si definisce cibo spazzatura qualsiasi alimento altamente processato. Spesso, questi si presentano come i più genuini, in particolare per noi italiani, perché evocano ricordi lontani, fatti di donne che nella cucina di casa propria impastano ed infornano. Quegli alimenti sono ben diversi dagli omonimi acquistati nelle grandi catene di distribuzione. Pizza e pane, biscotti e merendine, quindi, acquistateli con maggior accortezza! E ricordate, non sono alimenti sani... ma "cibo spazzatura".

Fate pratica coi prodotti che avete in dispenda e frigo!

Dr.ssa Grazia Sardanu
Copyright © CRN5.it della Dr.ssa Grazia Sardanu

Ultimi post nel nostro blog

Leggi le novità di questa settimana
 

Non è una novità sentire due persone seguire la stessa dieta ma il risultato lo ottiene solo una delle due. Perché? Perché ciascun corpo ha reazioni diverse. Perfino lo stesso corpo, in momenti diversi della vita ha reazioni diverse.

Sono in drastico aumento i casi di diabete pediatrico. Dal 2011, da quando mi occupo a livello internazionale di problematiche diabetologiche, tecniche e nuove terapie, sono cambiate poche cose nella nostra penisola rispetto al resto del mondo. In Italia, la gestione del soggetto diabetico avviene per la maggior parte dei casi ancora con insulina...

Mai come in questo periodo storico è importante prepararci all'autunno, rafforzare le nostre difese immunitarie, "ripulire" corpo ed ambiente.